Le tariffe più basse per il tuo Hotel in Chianti con Booking.com

Le offerte migliori direttamente dai proprietari su AgriturismoInToscana.com

Prenota Tour e Degustazioni

Prenota il tuo Tour

Prenota i tuoi biglietti ed evita le attese!

Prenotazione Musei

Scopri le offerte dei migliori Ristoranti in Toscana con TheFork

Prenota il Ristorante

Cosa c'è da vedere a Poggibonsi nel Chianti?

Il Chianti è molto di più che solo vino

Quest’area del Chianti era già molto attiva ben prima che si cominciasse a produrre vino, e in questo caso il vino del Chianti Classico, anche se la tradizione locale è molto ben radicata nella produzione vinicola.

Il traffico di persone e merci in continua crescita lungo la via Francigena fece sì che questa zona del Chianti diventasse ben presto una base commerciale di tutto rispetto. Ciò nonostante, come successe a molte delle località coinvolte nel conflitto tra Siena e Firenze, anche Poggibonsi pagò a caro prezzo il proprio sviluppo commerciale ed economico, facendo in modo che riuscissero a rialzarsi frequentemente dalle loro cadute militari e territoriali. Nel 1155 (o nel 1156, secondo alcuni), i Conti Guidi fecero trasferire l’intera popolazione in quella che adesso è l’attuale collocazione di Poggibonsi, o come veniva chiamata allora, Poggiobonizio, luogo sorto dall’unione di diversi piccoli borghi.

Landscape around Poggibonsi in west Chianti

Poco dopo esser stata dichiarata una delle più belle città della penisola italiana, subì sfortunatamente continue invasioni e distruzioni; quando, nel 1270, passò nelle mani dei Guelfi fiorentini, divenne oggetto di molti progetti nobili, l’ultimo dei quali ebbe inizio nel 1484, quando Lorenzo il Magnifico concepì un nuovo progetto edilizio costruito secondo il criterio rinascimentale della “città ideale”, protetta da una fortificazione moderna progettata e costruita sotto la direzione di Antonio e Giuliano da Sangallo. Purtroppo, dopo la morte di Lorenzo e la definitiva sottomissione di Siena a Firenze - con la conseguente perdita di importanza della posizione strategica della città - la costruzione della fortezza subì una battuta di arresto fino ad arenarsi completamente, tanto da risultare tuttora incompleta.

Con questo, però, non voglio dire che l’area non meriti di essere visitata, anzi: è ricca di tracce che ricordano il suo antico passato e le civiltà che la hanno popolata nei secoli trascorsi; il paesaggio che la circonda è una sinuosa alternanza di campi di grano, verdi colline, filari di vigneti, argentei oliveti e qualche accenno di boscaglia, vago ricordo di ciò che cresce più rigogliosamente nella parte orientale del Chianti.

7 ragioni per visitare Poggibonsi

1. Fortezza Medicea di Poggio Imperiale

Questa Fortezza Medicea rappresenta uno splendido esempio di architettura medievale realizzata dai fratelli Sangallo su richiesta di Lorenzo il Magnifico, sebbene non fu mai portata a termine in seguito alla sua morte. Lasciata completamente in balia di se stessa per oltre 500 anni, oggi è adibita a parco ed area pubblica dove, in estate, vengono spesso organizzati eventi e concerti all'aperto; vi è, inoltre, un ristorante con vista panoramica mozzafiato ed un sacco di verde dove passeggiare ammirando il paesaggio collinare che divide la provincia di Siena da quella di Firenze. L’ampio marciapiede, adornato con panchine e sculture d’arte moderna, si snoda su un itinerario che mostra l’odierna Poggibonsi in tutto il suo fascino ed una vista dall’alto sul paesaggio che la circonda semplicemente perfetta!

2. Archeodromo

Ubicato all’interno del parco di Poggio Imperiale, questo luogo straordinaria ospita una ricostruzione storica di un antico villaggio ed è coordinata da coloro che sono veramente appassionati dei misteri del passato e, ciò che forse è ancor più straordinario, è completamente gratuita! Ogni domenica puoi visitare la rievocazione - permanente - di un piccolo ed antico borgo, con attori vestiti con abiti dell’epoca, intenti nei mestieri e nelle attività che facevano parte della vita quotidiana del periodo e che vivevano in quello che oggi è un immenso scavo archeologico. Puoi tenerti informato sugli eventi e le attività organizzate tramite la loro pagina Facebook, in costante aggiornamento (al contrario del loro sito!).

Archeodromo in Poggibonsi

3. Fonte delle Fate

Questa bellissima fontana, che risale al 1300, è composta da sei archi in pietra e fu, con tutta probabilità, realizzata da artisti provenienti dal nord Italia. Fu sepolta durante la costruzione della Fortezza perché, come ci insegna la storia, era considerato un peccato distruggere qualsiasi sorgente di acqua (ed in più, si trovava sulla via Francigena, il che la rendeva un’importantissima fonte di approvvigionamento per tutti i pellegrini e non solo). E' stata riportata alla luce soltanto nel XIX° secolo; oggi, è circondata da uno splendido parco pubblico, un contesto esclusivo e ricco di vita ed attività che si sviluppa intorno ad una meraviglia architettonica d’epoca medievale, anch’essa unica nel suo genere. Non è solo la fontana che merita una visita, ma anche l’intero parco con le sue opere d’arte contemporanea e le sue aree verdi, luogo perfetto soprattutto in estate per respirare un pò di cultura locale mentre i bambini giocano e si divertono liberamente.

4. Convento di San Lucchese

Questa chiesa è uno dei pochi esempi di architettura in stile gotico della penisola italiana e si trova proprio qui, nella Valdelsa. Il nome della chiesa rende omaggio a San Lucchese che, dopo aver condotto una vita all'insegna dell’avidità e dell’usura, decise di seguire l’esempio di San Francesco: regalò tutti i suoi averi terreni ai più poveri per vivere (insieme a sua moglie) in totale povertà. La chiesa, ubicata in posizione collinare con vista sulla Fortezza, custodisce al suo interno una ricca collezione di opere d’arte e vanta una posizione panoramica di tutto rispetto.

Convent of San Lucchese in Poggibonsi

5. Chiesa di San Lorenzo

Questa chiesa risale al XIV° secolo e, nel corso degli anni passati, i diversi lavori di ristrutturazione e ammodernamento che sono stati più volte condotti hanno lasciato segni evidenti soprattutto in facciata, cambiandone drasticamente l’aspetto. Ad ogni modo, il valore di questa chiesa risiede più nel ruolo che ha giocato nella storia che nel suo patrimonio artistico ed architettonico: servì, infatti, come luogo d’incontro tra l’invasore Carlo VIII di Francia e Girolamo Savonarola nel 1495. Sfortunatamente, molte delle opere d’arte e degli affreschi di notevole importanza sono andati persi, ma ve ne rimane ancora qualcuno ad arricchire gli interni.

6. Rocca di Staggia

Prendi un castello medievale con le sue spesse mura fortificate ed uniscilo a straordinarie opere di arte moderna...il risultato? Un luogo unico da esplorare e scoprire in Toscana. Presa nel bel mezzo dell'eterna battaglia tra Siena e Firenze, la Rocca di Staggia non ha avuto vita facile nel corso dei secoli passati e potrai approfondirne i dettagli grazie al tour guidato disponibile con il biglietto di ingresso: potrai visitare le torri, le mura, apprendere la storia dei pellegrinaggi lungo la via Francigena, la via Romana ed il Cammino di Compostela, scoprire come le Crociate e le opere del Brunelleschi hanno influenzato il castello ed il suo ruolo nella storia. Dopo questa full immersion nel passato di quest’area e della Toscana, merita fare una passeggiata nella campagna circostante per apprezzarne l’immacolata bellezza e rilassare gli occhi e la mente.

Rocca di Staggia in near Poggibonsi in Chianti.

7. Castello Magione

Nel 2012 è stato nominato una delle 1000 Meraviglie d’Italia: questo castello, costruito nel XII° secolo, nonostante sia stato ristrutturato, conserva ancora evidenti tracce della sua originale architettura medievale. Il complesso faceva parte della Mansio medievale che apparteneva, in origine, ai cavalieri templari; ubicato vicino alla via Francigena ed al ponte Bonizio, oggi purtroppo distrutto, è composto anche da una chiesa e dallo “spedale”, che un tempo offriva rifugio ai pellegrini in viaggio verso la città santa.

Come arrivare a Poggibonsi

Sia che tu arrivi da Firenze o da Siena, puoi prendere la superstrada Firenze-Siena ed uscire a Poggibonsi Sud per raggiungere il centro storico, il quale non è così facile da trovare come lo è la città...ma con un pò di buona volontà (ed un buon GPS) riuscirai sicuramente a trovarlo! Oltre a Greve in Chianti, Poggibonsi è una delle località del Chianti più facili da raggiungere con i mezzi pubblici, grazie agli autobus che partono regolarmente sia da Firenze che da Siena.

vineyards around Poggibonsi


Autore: Donna Scharnagl

Ho messo piede in Italia per la prima volta più di 25 anni fa ed ancora non ho trovato un buon motivo per andarmene. Dell'Italia amo il cibo, la cultura, la storia, l'arte, i paesaggi...ho menzionato già il cibo?! Mi definisco una studentessa a lungo termine. E così ho imparato che gli italiani hanno storie che vale la pena di ascoltare, storie che dipingono un quadro che mostra come il duro lavoro forgi il carattere, come la vita sia fatta di alti e bassi e quanto sia bello ridere.



Commenti

Domande? Il posto giusto dove chiedere è il nostro Forum*

* Non ci è possibile rispondere a domande poste nei commenti, per favore chiedi sul Forum!

Le nostre Guide

  • DiscoverTuscany.com
  • VisitFlorence.com
  • Chianti.com
  • Agriturismo in Toscana.com
  • Firenze Alloggio.com