Le tariffe più basse per il tuo Hotel in Chianti con Booking.com

Le offerte migliori direttamente dai proprietari su AgriturismoInToscana.com

Prenota Tour e Degustazioni

Prenota il tuo Tour

Prenota i tuoi biglietti ed evita le attese!

Prenotazione Musei

Scopri le offerte dei migliori Ristoranti in Toscana con TheFork

Prenota il Ristorante

Castellina in Chianti: meta interessante per tutte le età

Alla ricerca della foto perfetta nel paesaggio tra Firenze e Siena

Scoprire il Chianti Classico

Le origini della città risalgono all'epoca etrusca, di cui vi sono molti resti visibili e visitabili sia presso gli scavi dei siti archeologici, molto ben segnalati, che presso il Museo Archeologico nel centro storico.

Chianti Classico vs. Vino del Chianti

Che differenza c'è tra i due?

Vi sono diverse norme che ne regolano la produzione, diverse zone e altrettanto diversi consorzi. Il Chianti Classico, che celebra il suo 300° anniversario nel 2016, comprende un'area geografica di 71.800 ettari e gli interi territori sotto i comuni di Castellina, Gaiole, Greve e Radda, oltre a parte di quelli di Barberino Val d'Elsa, Castelnuovo Berardenga, Poggibonsi, San Casciano Val di Pesa & Tavarnelle Val di Pesa.

Leggete qui per maggiori informazioni

Salingolpe, come era conosciuto nel primo Medioevo, fu donato come feudo da Matilda di Toscana alla potente famiglia dei Conti Guidi nell'11° secolo.

Verso la metà del 1200, fu formata la "Lega del Chianti" come organismo di governo, di cui facevano parte soltanto Castellina, Radda e Gaiole; alla fine, i fiorentini la trasformarono in un'importante roccaforte grazie alla sua posizione strategica, tra Firenze e Siena; ancora oggi, se ne può vedere la Rocca.

La città fu distrutta e ricostruita molte volte durante gli scontri tra queste due potentti città toscane, ed ogni volta che la città veniva ricostruita, le sue mura difensive venivano realizzate sempre più grandi.

Secondo la leggenda, fu chiesto anche al Brunelleschi di lavorare al progetto per la costruzione di nuove mura.

Il Centro

Il pittoresco borgo mantiene tutt'oggi la forma quadrilaterale tipica delle antiche fortificazioni medievali e resti delle molti torri che un tempo avevano la funzione di proteggere la città dalle invasioni durante il periodo dei conflitti tra Firenze e Siena, oggi incorporate all'interno della moderna struttura architettonica. La fortificazione principale, la Rocca con la sua imponente torre del 14° secolo, offre una vista spettacolare sulla città e la campagna circostante, luogo meraviglioso per celebrare matrimoni civili o altri tipi di eventi.

Sotto le antiche mura, corre un impressionante tunnel sotterraneo, oggi conosciuto come la Via delle Volte, che ospita negozi, botteghe artigiane e ristoranti; il tunnel gira intorno alla città, racchiudendo da sotto il centro storico, luogo perfetto dove cercare un pò di refrigerio durante il caldo estivo. Un tempo era una strada all'aperto, ma quando ci fu necessità di espandere la città, fu deciso di costruire sopra questa strada, trasformandola in un tunnel dalla conformazione particolare. La strada pincipale di Castellina è Via Ferruccio, dove si trovano altri negozi, laboratori artigiani ed artistici, bar ed edifici importanti come i Palazzi Banciardi e Squarcialupi.

Chiese e Musei

La Chiesa di San Salvatore merita senza dubbio una visita. Ricostruita nel 1945 dopo la devastazione subita durante la Seconda Guerra Mondiale, ospita, ancora, un notevole affresco di Lorenzo Bicci rappresentante la Vergine Maria con il Bambino ed una statua in legno di epoca rinascimentale.

Church in Castellina in Chianti

Museo Archeologico del Chianti Senese

Indirizzo: Piazza del Comune a Castellina in Chianti

APERTO:
aprile, maggio, settembre, ottobre: tutti i giorni dalle 10 di mattina alle 18
giugno, luglio, agosto: tutti i giorni dalle 11 di mattina alle 19
dal 2 novembre al 31 marzo: solo il sabato e la domenica dalle 10 di mattina alle 17
APERTURE SPECIALI durante le seguenti festività: 1 novembre, 8 e 26 dicembre, 6 gennaio e Pasquetta
CHIUSO: 25 dicembre e Pasqua

All'interno della Rocca si trovano gli uffici del comune di Castellina e il Museo Archeologico del Chianti, dove sono esposti resti e ritrovamenti archeologici importanti dei dintorni, a testimonianza delle antiche origini della regione del Chianti. Il museo è diviso in tre aree tematiche ed i manufatti esposti appartengono principalmente all'epoca del Bronzo, etrusca o sono resti trovati nell'antica struttura medievale della città. Vi sono esposte anche diverse testimonianze di scavi limitrofi, che rendono il museo un luogo adatto ad ogni età, dotato persino di strumenti interattivi di apprendimento.

Nelle Vicinanze

Fonterutoli

Secondo la leggenda che narra come furono creati i confini del Chianti, sembra che la gara tra i due uomini a cavallo, uno fiorentino e l'altro senese, avesse come traguardo proprio quest'area tra Fonterutoli e Castellina: Crocefiorentina.

L'edificio è proprietà della famiglia Mazzei dal 1435 e da allora il suo aspetto non è cambiato molto, se non per la villa di famiglia e l'attività dedita alla produzione di vini eccellenti. Situata a soli 10 minuti in direzione di Siena, quest'area viene spesso inclusa in itinerari organizzati a piedi o in bicicletta: oltre ai panorami mozzafiato ed agli ottimi vini, vi troverete anche gli scavi archeologici di Poggino di Fonterultoli e 5 tombe risalenti al 6° secolo. Il museo espone anche manufatti qui ritrovati.

Montecalvario

A breve distanza a piedi dal centro storico si trova questa tomba etrusca, aperta al pubblico e risalente al 6° secolo AC; è caratterizzata da 4 camere ardenti orientate a nord, sud, est ed ovest, ognuna delle quali consiste in una stanza (ardente) principale con delle celle laterali. La tomba fu scoperta nel 16° secolo, ma dato che non fu scavata e protetta in modo adeguato, nei primi del 1900 fu saccheggiata e derubata di molti dei suoi manufatti di valore. Il ritrovamento più interessante è, forse, quello dei resti del "carro" etrusco, ricostruito ed esposto presso il Museo di Castellina.

Creare un itinerario nel Chianti

Idee per un itinerario circolare con partenza da Firenze:
Impruneta, Greve in ChiantiPanzano, Castellina, San Donato e ritorno a Firenze

Durata del tragitto: 2 ore e 20 minuti (senza considerare le fermate)

Idee per un itinerario circolare con partenza da Siena:
Castelnuovo Berardenga, Gaiole, Radda, Castellina, Monteriggioni e ritorno a Siena

Durata del tragitto: 2 ore e 15 minuti (senza considerare le fermate)

Date uno sguardo qui per aggiungere qualche degustazione

Come arrivare a Castellina

Vi sono diversi modi di raggiungere Castellina in auto, ognuno dei quali offre la possibilità di ammirare panorami stupendi e di fermarsi lungo il tragitto per fare delle foto meravigliose.

  • Da Firenze e la Chiantigiana, proseguite verso Greve, poi Panzano fino a quando non arrivate a Castellina, a circa 20 km da Greve in Chianti.
  • Da Firenze passando per la superstrada Firenze-Siena, uscite a San Donato in Poggio. Seguite la SP101, che si immetterà nella SP76.
  • Das sud, partendo da Siena e proseguendo sulla Firenze-Siena, uscite a Badesse continuando sulla SP 119 fino a quando non diventa la SR222 (Chiantigiana).
  • Partendo da Siena, prendete la SR2 che diventa la SR222, fino a Castellina in Chianti.

E', inoltre, possibile raggiungere Castellina in autobus da Siena, ma se decidete di partire da Firenze ed usare i mezzi pubblici, dovrete cambiare autobus, dato che il numero 365 si ferma a Greve. Vi è anche una stazione dei treni a Castellina Scalo, ma il tragitto dalla stazione al centro città è abbastanza contorto (per percorrere 12 km ci vuole circa un'ora).

Informazioni utili

Oltre ad ospitare un'impressionante scelta di enoteche e cantine, Castellina e la Via delle Volte offrono un vasto assortimento di negozi artigiani, botteghe e laboratori artistici, oltre a quelli dove si possono acquistare i prodotti tipici, tra cui consiglio una visita al mercato settimanale, che si tiene ogni sabato mattina dalle 8 alle 13. La sua vicinanza a così tanti luoghi di interesse rende questa località la base perfetta per un soggiorno in Toscana: vi sono diversi agriturismo, dove poter trascorrere una vera esperienza di vita rurale, così come suites B&B, dove sarete accolti dal calore che da secoli contraddistingue questi luoghi e potrete degustare piatti e ricette tradizionali, ma anche alloggi di lusso. Date un'occhiata a questo link per una lista completa delle varie opzioni disponibili.


Autore: Donna Scharnagl

Ho messo piede in Italia per la prima volta più di 25 anni fa ed ancora non ho trovato un buon motivo per andarmene. Dell'Italia amo il cibo, la cultura, la storia, l'arte, i paesaggi...ho menzionato già il cibo?! Mi definisco una studentessa a lungo termine. E così ho imparato che gli italiani hanno storie che vale la pena di ascoltare, storie che dipingono un quadro che mostra come il duro lavoro forgi il carattere, come la vita sia fatta di alti e bassi e quanto sia bello ridere.



Commenti

Domande? Il posto giusto dove chiedere è il nostro Forum*

* Non ci è possibile rispondere a domande poste nei commenti, per favore chiedi sul Forum!

Le nostre Guide

  • DiscoverTuscany.com
  • VisitFlorence.com
  • Chianti.com
  • Agriturismo in Toscana.com
  • Firenze Alloggio.com